© 2015 by Partito Democratico Circolo di Omegna Cusio. Proudly created with Wix.com

 

DAL GOVERNO DELLA SPESA AL GOVERNO DEI PROGETTI

Il Futuro, oggi come oggi, si costruisce partendo dai Progetti e non dalla Spesa.

 

Negli ultimi 10-15 anni è cambiato tutto nel modo di amministrare una Città, ma c’è ancora chi ritiene che un passato così remoto sia un’esperienza utile. Non è così.  Un tempo gestire una Città voleva dire decidere come spendere risorse che c’erano, sia per l’ordinaria gestione che per i progetti futuri. Oggi, che le risorse per progetti futuri sono ridotte al lumicino, vuol dire saper attrarre risorse economiche e umane attraverso la costruzione di progetti e di proposte, partendo da una progettualità precoce, aperta e comunitaria.

 

Cambia il mondo: non si tratta di “trovare i soldi”, ma di impostare un vero e proprio metodo di progettazione come unica chiave per raggiungere obiettivi di medio lungo termine.

 

Entro la fine del 2017 vorremmo fare appunto questo: impostare obiettivi, metodi e condivisioni progettuali su un buon numero di progetti da sviluppare lungo tutto il quinquennio amministrativo, partendo dalle idee già in campo, ma non solo. 

 

Ipotesi di progetti:

(frutto di ascolto e di sintesi con la Cittadinanza e in parte ad esecuzione di alcune idee di questo programma)

 

Quartieri 4.0.

 

L’ascolto della Città sull’asse cittadino/ quartiere /amministrazione.

Riformare e integrare i quartieri con variazione dei regolamenti e istituzione di strumenti collaterali per ottenere:

  • maggior coinvolgimento di una fascia giovane di cittadini (giovani di quartiere);

  • promuovere ascolti di quartiere sulle priorità del quartiere stesso, ma anche coinvolgere i quartieri nella condivisione a mezzo apposita piattaforma INTERNET di presentazione dei progetti cittadini più significativi;

  • allargare il concetto di quartiere oltre l’aspetto topografico istituendo i “quartieri” per centri di interesse.

 

Progetto UAO!!!

 

Le Associazione della Città hanno manifestato esigenze di spazi e di coordinamento nella comunicazione. Vogliamo far si che la Consulta del Volontariato possa essere il luogo a cui affidare spazi e beni da condividere e nel quale costruire un progetto di Comunicazione delle Associazioni della Città, ma anche di condivisione di opportunità e metodologia. Se sarà necessario, si potrà pensare di arrivare all’obiettivo di trasformare la Consulta in un Associazione di secondo livello composta dal maggior numero possibile di realtà ed enti socio culturali cittadini. U.A.O.= Unione Associazioni Omegnese potrebbe essere il suo nome (ma è questa, naturalmente, è solo una proposta).

 

Città imprevista.

 

Individuare un Centro Studi o una Facoltà Universitaria che possa elaborare un’analisi culturale /un’attivazione di soggetti sul tema della Creatività e con i confini geografici di un Omegna come centro, su questo tema potrebbe lavorare anche la Città dei Laghi (Cusio, Basso Toce e sponda Piemontese Lago Maggiore). Sulla base delle risultanze attivare azioni coordinate pubblico/privato/associazionismo di produzione di una cultura specifica (libri, web, eventi), di caratterizzazione dei luoghi e di marketing territoriale.

 

Omegna why not.

 

Imparare da altri territori che ce l’hanno fatta, creando occasioni di incontro a risonanza Regio Nazionale sul tema del riuso turistico, che siano occasioni per imparare e per proporsi. Un esperimento in quest’ultimo senso sarà proposto probabilmente già la prossima primavera.

 

Le regole dei civili.

 

Per andare oltre la lamentela e cercare di migliorare occorre varare un progetto ad alto valore simbolico ed educativo: scrivere un regolamento/vademecum di convivenza civile cittadina che affronti tutte le possibili accezioni del decoro urbano (dalle normative comunali a quelle extracomunali, dalle informazioni ai consigli utili) che sia il punto di partenza per un’azione coordinata di implementazione, ove opportuno, delle regole, di informazione e sensibilizzazione (anche a mezzo web e social) e se del caso anche di maggior intervento sanzionatorio. A valle di questo processo investire risorse in strutture come cartellonistica empatica, cestini e posaceneri urbani. 

 

Omegnawebpuntoquattro.

 

Trovare risorse volontarie o professionali che possano definire una fattiva e coordinata strategia web per la Città rispondendo alle seguenti 4 esigenza che abbiamo focalizzato:

  • istituzionale/sito del Comune;

  • piattaforma di condivisione dei progetti/altro / sito, applicazioni del Comune;

  • luogo della comunità/ sito, applicazioni da far capo a UAO o ai Quartieri;

  • promozione del territorio/ sito, applicazioni del Comune.

 

Camminando con Gianni.

                 .

Progettare un percorso cittadino di parchi giochi/momenti ludici e situazioni educative all’aperto che integri e implementi ciò che già c’è con nuove posizioni e miglioramenti nelle posizioni esistenti, individuando in Gianni Rodari e nella sua poetica un filone conduttore unico, unire queste situazioni il più possibile con una dedicata percorribilità pedonale e ciclabile. Il tutto come intervento comunitario, culturale e di caratterizzazione turistica, tematiche premiante a livello europeo e di fondazioni.      

 

Cittadini delegati/Giunte di progetto.

 

Gli assessori sono molto assorbiti da una serie di attività di gestione del corrente e per realizzare progetti come quelli sopra citati hanno certamente bisogno di una mano, o in ogni caso più siamo a lavorare per la Città e meglio è!  Pensiamo dunque si debbano valorizzare il più possibile le figure dei Consiglieri Comunali Delegati, ma anche trovare il modo di farsi aiutare da Cittadini Delegati, volenterosi e preparati sui temi, a cui il Sindaco conferisca l’incarico (non remunerato) a progettare, in un ambito o nell’altro, senza il potere peraltro di eseguire nulla, ma l’onere di predisporre proposte alla Giunta sui progetti che si vogliono condurre. E con frequenza, oltre alla Giunta deliberante vera e propria, anche riunioni di Giunta aperte ai Consiglieri e ai Cittadini Delegati sullo stato dei Progetti. Per non vivere di sola gestione corrente.

 

PROGRAMMA POLITICO

OMEGNA - CONSILIATURA 2017-2022

COALIZIONE DI CENTROSINISTRA

 

PER MAURIZIO FRISONE SINDACO

Perchè vogliamo essere un forza politica aperta all'intera società civile, fatta da tante anime diverse unite da valori comuni, che si confrontano democraticamente e che sono capaci di darsi un efficace punto di sintesi per il Bene Comune dei Cittadini.

Social Network
Link 
Perchè Plurale ?
Partito Democratico sito provinciale
Facebook
Twitter
Partito Democratico sito nazionale