© 2015 by Partito Democratico Circolo di Omegna Cusio. Proudly created with Wix.com

 

IL TERRITORIO

Lo Sviluppo Urbano, Lavori Pubblici e Manutenzioni, Paesaggio Raccolta Rifiuti e Pulizia della Città, Tutela dell’Ambiente.

 

Lo sviluppo urbano.

 

L’adibire un’ampia area comunale a luogo dove accogliere un investimento ricettivo turistico  (campeggio) a Bagnella rappresenta un significato segnale d’inversione di tendenza che dovrebbe portare gli omegnesi a valutare soluzioni alternative e complementari rispetto alla sola prospettiva industriale che, pur facendo parte della Nostra storia e del Nostro presente, da preservare e per quanto possibile incentivare, non può essere l’unica strada per il futuro del Nostro Paese.

 

Negli ultimi anni si è sempre guardato alla risorsa “turismo” come se questa si sviluppasse da sé, senza uno sforzo comune (prima di tutto culturale e di educazione dei cittadini) che ne permettesse la definizione delle basi (strutture e servizi) per il suo sviluppo (cultura dell’accoglienza specifica e diffusa).

 

Lo sviluppo urbano compatibile con una proposta turistica seria, non episodica, è parte di questa cultura diffusa che deve partire da coloro che progettano e propongono nuove soluzioni, sia in fase di manutenzione che di nuove costruzioni. Non è più tempo di consumo di suolo, ma di “costruire sul costruito”, di recupero del patrimonio dismesso e, spesso, trascurato tanto da diventare fatiscente.

 

Le priorità urbanistiche della città sono da affrontare attraverso il reperimento di risorse per un nuovo e più attuale Piano Regolatore Generale che definisca le rinnovate ambizioni della città: la scelta turistica ha nelle indicazioni urbanistiche importanti risposte su luoghi, stili, tutele.

 

Lavori pubblici e manutenzioni.

 

L’attenzione al territorio è parte di una migliore qualità della vita di tutti, cittadini e visitatori, ed è tra le priorità della prossima amministrazione. Coperti i buchi di bilancio, ora è possibile coprire i buchi delle strade e svolgere quella minuta manutenzione prima insufficientemente svolta per mancanza di risorse. Inoltre, diversamente da cinque anni fa, ora c’è una Città con investimenti pubblici pronti a partire: i lavori pubblici con il bilancio triennale prevedono, oltre al completamento della Piazza F.M. Beltrami, della Piazza Don Beltrami ed aree limitrofe, anche l’intervento su Via Garibaldi e Via Mazzini, che sono le arterie di maggior afflusso e smaltimento del traffico pesante che grava sul centro città e l’attraversa.  

 

L’attenzione verso le pavimentazioni stradali cittadine, dovrà prevedere una mirata differenziazione verso i percorsi carrai di grande flusso e le aree pedonali dei centri storici e dei Nuclei di Antica Formazione. L’adozione di tale criterio consentirà l’ottimizzazione dei costi di manutenzione sulle vie di grande traffico, che richiedono maggiori e più frequenti interventi di ripristino e la valorizzazione degli ambiti di maggior pregio storico, paesaggistico ed anche turistico. Questa differenziazione mirata, libererà risorse importanti per una manutenzione costante del tessuto viario urbano e per una progettazione qualitativa dei sedimi stradali cittadini.

 

Per i luoghi di maggiore criticità, in cui le pavimentazioni storiche devono convivere con carichi di traffico significativi, occorrerà invece prevedere una revisione progettuali di realizzazione delle massicciate stradali. Si dovrà pertanto prevedere l’adozione di regolamenti specifici che impongano criteri realizzativi adeguati alle funzioni strutturali ed estetiche da svolgere.

 

Un’opera importante, già prevista con primi progetti preliminari, è la sistemazione complessiva dell’area a lago per una migliore e più gradevole fruizione anche turistica.

 

Non si deve dimenticare il project financing, in fase di avvio, sull’area della ex Canottieri. Il progetto, che ha visto impegnata l’amministrazione uscente per oltre due anni, è un’opera che ridarà ad Omegna, dopo decenni, un lungolago degno di questo nome, dalla sede del COQ fino all’affaccio a lago della Boschina a Bagnella. Un esempio questo della strada che si deve percorrere per la riqualificazione di altre aree della nostra Città.

 

Lo studio sulle criticità idro-geologiche del territorio omegnese, che mancava e che l’Assessorato al Territorio ha fortemente voluto come documento di monitoraggio e programmazione, ha messo in evidenza, con alcune proposte progettuali di soluzione, i punti di maggiore criticità sui quali, già con il Bilancio di Previsione 2017, si potrà intervenire. Un serio presidio del territorio, legato alla sua fragilità, è un elemento di grande importanza che troppo spesso non si affronta con il dovuto impegno.

 

Continueremo le fondamentali opere di manutenzione per scuole e luoghi pubblici che l’Amministrazione uscente ha posto quali investimenti prioritari (es. gli oltre 700.000,00 Euro destinati alle strutture scolastiche e parchi pubblici) per il benessere collettivo.

 

E’ in corso di chiusura il progetto che darà a Omegna una rinnovata rete di illuminazione pubblica che, oltre ad essere totalmente a norma di legge, sarà meno energivora e costosa per l’ambiente e le casse comunali. L’obiettivo è anche quello di avere un unico ed efficiente interlocutore che possa intervenire in tempi rapidi e certi in caso di guasto o rotture. Un salto di qualità sul quale la Giunta uscente ha speso tempo, energie e impegno e che lascia alla prossima amministrazione come patrimonio progettuale da portare a compimento.

 

Un deciso ed importante passo avanti si è fatto anche sui parcheggi: sono iniziati i lavori per il raddoppio del parcheggio alla Stazione di Omegna, un’opera che permetterà di avere un bacino significativo di posti auto a ridosso del centro e di uffici e strutture di servizio, come l’ASL VCO e il COQ. Un’opera che ha visto la progettazione su terreno della RFI (Ferrovie dello Stato) con la quale si è giunti ad un accordo importante e duraturo.

 

Paesaggio, Raccolta Rifiuti e Pulizia della Città/Verde Urbano, Tutela dell’ambiente.

 

La ripulitura delle facciate delle case e la tenuta decorosa dei negozi chiusi e sfitti è un elemento determinante nella ricostruzione e rivalutazione della gestione dell’area urbana complessiva, anche e soprattutto sulle vie d’accesso/ingresso alla Città. Il Paesaggio è parte sostanziale del patrimonio di una città che voglia dirsi turistica e quindi è utile trovare strumenti di incentivazione che premino interventi significativi dei privati.

 

Relativamente alla raccolta e smaltimento dei rifiuti, Omegna dovrà affrontare il passaggio al sacco bianco o sacco conforme, oltre a una diversa raccolta del verde, modalità che hanno lo scopo di portare la percentuale di raccolta differenziata ad una percentuale di almeno il 70%, allineandoci alla Città di Verbania e tutti i Comuni più virtuosi della Provincia e d’Italia con una sensibile riduzione delle tariffe.

 

E’ assolutamente strategico spostare la Piattaforma Ecologica da Monte Zuoli (area di pregio) all’area adiacente alla Stazione Ferroviaria di Crusinallo, anche per dare un servizio più vicino e più comodo a tutti i cittadini, non solo di Omegna. Questo passaggio unirebbe la necessità di migliori servizi alla valorizzazione di un’area con enormi potenzialità non ancora sufficientemente espresse.

 

Sempre sul tema rifiuti, è giusto ricordare come l’amministrazione uscente abbia contribuito, con scelte di management mirate, al risanamento del ConserVCO con una diversa pianificazione e un’intensificazione della pulizia della città e con una più attenta segnalazione dei disservizi che possono verificarsi.

 

In merito alla pulizia della Città/Verde Urbano l’intenzione è di investire qualcosa di più in relazione al risanato bilancio e fare per il futuro ciò che in passato non si è potuto fare.

 

Anche la sensibilizzazione verso l’attenzione alla pulizia dei luoghi pubblici e comuni, così come ad una maggiore differenziazione dei rifiuti, restano un impegno per la prossima amministrazione come passaggio chiave di civiltà e cultura per essere davvero comunità e da mettere al centro di un’azione forte in tal senso. Per quanto detto, le giornate ecologiche, anche con il coinvolgimento delle scuole (di ogni ordine e grado) presenti sul territorio, dovranno essere istituzionalizzate come momenti non tanto e non solo di pulizia condivisa, ma di educazione all’attenzione verso la manutenzione della città in tutti i suoi luoghi, anche i più nascosti.

PROGRAMMA POLITICO

OMEGNA - CONSILIATURA 2017-2022

COALIZIONE DI CENTROSINISTRA

 

PER MAURIZIO FRISONE SINDACO

Perchè vogliamo essere un forza politica aperta all'intera società civile, fatta da tante anime diverse unite da valori comuni, che si confrontano democraticamente e che sono capaci di darsi un efficace punto di sintesi per il Bene Comune dei Cittadini.

Social Network
Link 
Perchè Plurale ?
Partito Democratico sito provinciale
Facebook
Twitter
Partito Democratico sito nazionale