© 2015 by Partito Democratico Circolo di Omegna Cusio. Proudly created with Wix.com

 

LE ISTITUZIONI E LA COMUNITA'

Il Sindaco e la Giunta, Il Consiglio Comunale, I Quartieri, Le Associazioni e gli Enti, I Cittadini.

Governare Omegna vuol dire saper ascoltare, conoscere, prendersi cura dei temi e delle persone, unire, progettare, decidere, gestire. Questo è l’unico stile di governo che può consentire una vera efficacia, perché avoca al gioco di squadra tutte le risorse disponibili. 

 

Secondo questa visione il Sindaco e la Giunta, il Consiglio Comunale, i Quartieri, le Associazioni e gli Enti, i Cittadini sono la filiera della Comunità lungo la quale devono scorrere ascolto e capacità di sintesi, per ottenere quell’equilibrio fra efficacia e condivisione che solo un affiatato gioco di squadra di Città può concretizzare.

 

E la crescita di ognuno e di tutti gli elementi della Filiera è il solo modo per far crescere l’intera Città.

 

Il Sindaco e la Giunta.

 

Scinderemo l’ordinaria Amministrazione Comunale, dai Progetti per il Futuro della Città istituendo Giunte informali di Progetto, specificatamente dedicate e aperte a portatori di idee e contributi, appartenenti a qualunque altro anello della Filiera, forze di opposizione e cittadini compresi, basta che siano presenze costruttive e di proposta, per poi condividere in rete queste progettualità e ricevere suggerimenti e miglioramenti.

 

Il Consiglio Comunale.

 

Se dovessimo governare vogliamo avere un rapporto di estremo rispetto, reciproco, con l’opposizione, a cui diamo la nostra disponibilità ad accettare proposte e suggerimenti ed alla quale chiediamo collaborazione. Troppe volte in passato lo svolgimento del Consiglio Comunale non è stato esattamente all’altezza delle aspettative di costruttività dei Cittadini. E ciò per responsabilità di tutti, nessuno escluso.

 

I Quartieri.

 

Vogliamo che i Quartieri siano sempre di più un “ascolto migliore della città”, andando oltre alle questioni minute della manutenzione e sempre più orientati a una progettualità attiva e all’ascolto diretto dei loro Cittadini. I singoli accordi di programma fra Amministrazione e associazioni di quartiere per interventi di manutenzione e miglioria, già attivate in questi anni, sono state solo un esempio in tal senso, ma si deve fare di più.

 

Ogni quartiere potrà proporre progetti specifici di riqualificazione locale, ideali Progetti Significativi, la cui scelta dovrà essere concordata tra CDQ e i cittadini residenti nel quartiere, attraverso gli strumenti del confronto e della scelta democratica. Un’ipotesi potrebbe essere quella di istituire delle piccole consultazioni sui progetti contestualmente all’elezione dei Consigli di Quartiere. Una sfida importante e improcrastinabile delle comunità di quartiere.

 

Le Associazioni e gli Enti.

 

Vogliamo promuovere con ogni nostra possibilità il fatto che le Associazioni della Città trovino il modo di operare in rete fra loro, per condividere risorse, capacità e opportunità. Siamo disponibili, insieme a chi ci sta, a scrivere insieme un progetto di “Rete delle Associazioni” che ci consenta di reperire risorse da investire in tal senso.

 

I Cittadini.

 

L’attenzione e la consapevolezza dei cittadini è fondamentale per il bene della città.

 

La percezione che spesso i cittadini hanno della distanza tra loro e l’amministrazione, nasce da un equivoco di fondo: amministrare significa farlo rispettando leggi (Europee, dello Stato e della Regione), nonché procedure che sfuggono alla cultura e sensibilità di chi non ha mai amministrato. La frase tipica del “cittadino di buon senso”, ossia “cosa ci vuole…” definisce questa distanza che può essere colmata solo con una maggiore informazione generale su processi e procedure di attuazione delle scelte politico-amministrative. Non c’è nulla di più pericoloso e sbagliato che affrontare problemi complessi solo con il (troppo) semplice “buon senso”.

 

L’Albo dei Volontari è uno strumento istituito dall’Amministrazione uscente per consentire la partecipazione del Cittadino agli sforzi per una città migliore. A nostro giudizio va inteso non solo come luogo in cui si rendono disponibili manualità e arti pratiche, ma anche come un modo con il quale si mettono a disposizione capacità progettuali e funzioni di coordinamento di attività, sotto il diretto controllo dell’amministrazione. Con tale impostazione sarà utile e possibile la partecipazione attiva di cittadini alle giunte informali di progetto a cui ci si riferiva nei paragrafi che precedono.     

 

La realizzazione di uno specifico portale di condivisione dei principali progetti Cittadini per raccogliere suggerimenti e proposte e l’attuazione di uno o più progetti di Bilancio Partecipato (somme di bilancio messe a disposizione dei progetti dei cittadini) sono due ulteriori forme di coinvolgimento dei Cittadini che proveremo ad attuare. 

PROGRAMMA POLITICO

OMEGNA - CONSILIATURA 2017-2022

COALIZIONE DI CENTROSINISTRA

 

PER MAURIZIO FRISONE SINDACO

Perchè vogliamo essere un forza politica aperta all'intera società civile, fatta da tante anime diverse unite da valori comuni, che si confrontano democraticamente e che sono capaci di darsi un efficace punto di sintesi per il Bene Comune dei Cittadini.

Social Network
Link 
Perchè Plurale ?
Partito Democratico sito provinciale
Facebook
Twitter
Partito Democratico sito nazionale