© 2015 by Partito Democratico Circolo di Omegna Cusio. Proudly created with Wix.com

Manutenzioni, decoro e arredo urbano, fruibilità del territorio

March 19, 2015

 

Con le scarse risorse disponibili le uniche strategie credibili sono: scelte di priorità tecnica, idee in sinergia e crescita culturale (incontro con l’Assessore Francesco Pesce / parte seconda).

 

Il Coordinamento di Segreteria del Circolo del Partito Democratico di Omegna Cusio, cosciente dell’urgenza di rendere prioritari interventi di prospettiva sulla Città di Omegna (come anche evidenziato nell’ODG di Maggioranza del Consiglio Comunale del 27 Febbraio 2015), ha ritenuto utile, come prima cosa, avviare una serie di confronti con i singoli Amministratori in Giunta per evidenziare lo stato dell’arte dell’attività più rilevanti in corso dei rispettivi assessorati.

 

Il primo incontro è stato Lunedi 2 Marzo con l’Assessore Francesco Pesce, espressione del Partito Democratico stesso e delegato a Urbanistica, Lavori Pubblici e Ambiente, una delega importante e fondamentale, chiave di volta per il futuro della Città. Abbiamo con Francesco percorso le diverse situazioni della Città, esaminando quanto fatto, quanto da farsi e come insieme, partito e Amministrazione, si possa agire per essere più efficaci e concreti possibili nell’interesse dei Cittadini e della Città. Le questioni valutate sono state molte e tutte importanti e le abbiamo dunque suddivise per temi che andremo ad sviluppare in diverse successive Comunicazioni di questo Coordinamento di Segreteria.

 

Il secondo tema affrontato e di cui parliamo oggi è quello della manutenzioni, del decoro e dell’arredo urbano, della fruibilità del territorio comunale.

 

IL CASSETTO VUOTO (scelte di priorità tecniche): Francesco ha innanzitutto ribadito quello che purtroppo tutti sappiamo fin troppo bene, ovvero che abbiamo ereditato un Bilancio col cassetto vuoto, ovvero con limitatissime disponibilità di fondi e senza possibilità di contrarre nuovi debiti per possibili investimenti per manutenzioni, decoro e arredo urbano. Dunque non molto si è potuto fare in merito nei primi due anni di mandato. Peraltro, anche grazie all’azione di risanamento del Bilancio attuata (con il fondamentale sacrificio di tutti i Cittadini Omegnesi) ora si intravedono gli spiragli per attivare qualche maggiore iniziativa utile (già avviata, da attuarsi nell’immediato e in prospettiva): 

a) già avviato è un piano di adeguamenti di barriere e parapetti stradali (es. ponte di Via De Angeli sullo Strona), di recente già annunciato alla stampa e consistente in interventi per un investimento complessivo di € 160.000,00 oggi in fase di appalto. L’obiettivo è realizzare le opere entro l’estate.

b) dal primo di aprile sarà operativa una migliore scheda di spazzamento della Città concordata con CONSER VCO, più idonea anche alle esigenze turistiche cittadine; i miglioramenti consistono in una rimodulata frequenza dei mezzi di spazzamento e un maggiore presidio delle pulizia minute, oggi non possibili con l’attuale schema organizzativo. Un investimento sulla città necessario per un maggior decoro generale.

c) in prospettiva è maturata la possibilità inoltre, nei prossimi tre anni, di effettuare un investimento, che si ritiene prioritario, per un intervento a lotti su Piazza Beltrami e Via Tito Speri; la priorità dell’intervento è dettata sia dal particolare degrado del manto in porfido sia dall’esigenza anche di intervenire sulle fognature sotto strada per migliorare il quadro generale del decorso acque in centro cittadino e migliorare l’assorbimento nei casi, sempre più frequenti, di precipitazioni intense e improvvise che negli ultimi anni hanno causato allagamenti e disagi. Si inizierà con un concorso di idee progettuali quindi, cercando di coinvolgere i progettisti del territorio.

messa in sicurezza e consolidamento di problemi aperti (Via Dall e Via Erbera) e avvio di una analisi complessiva delle necessità di sistemazione idrogeologica anche a seguito dell’alluvione dell’ottobre-novembre 2014.

La Segreteria ha preso atto delle strategia attuata fortemente basata, come altrimenti non opportuno ne possibile, su priorità assolutamente tecniche, che peraltro sposano molto bene alcune delle principali sollecitazioni avute dai Cittadini in merito a decoro e arredo urbano. .

 

IDEE IN SINERGIA: l’Assessore Pesce ha poi sottolineato le iniziative prese o in corso di attivazione con riferimenti a risorse diverse da quelle immediate e dirette delle sole casse comunali e in sinergia con altri soggetti:

a) l’intervento in Bagnella in sinergia con Pro Senectute finanziato con Fondi Fondazione VCO e Demanio Lacuale che prevede un percorso ciclo pedonale di collegamento tra il Centro Sportivo e l’Oasi della Vita;

b) il Piano Regolatore della Pubblica Illuminazione, progetto che si autofinanzia con i risparmi per l’integrale sostituzione, e dunque l’efficentamento, della rete di illuminazione pubblica cittadina che è in fase di progettazione e quantificazione dei costi e del tempi per appalto e affidamento.

La Segreteria ha preso atto degli interventi attivati rimarcando peraltro come sia importante attivarne di ulteriori e di maggiormente consistenti e come in tal senso verta l’iniziativa dei Workshop per la Città che intenderebbe attivare come Partito a sostegno e supporto dell’attività di prospettiva sulla Citta svolta dall’Amministrazione.  

 

CRESCITA CULTURALE: Pesce ha infine sottolineato, in tema di Decoro e Pulizia Urbana, come in questi anni si sia cercato, in limitatezza di risorse, di favorire e stimolare le attività svolte da enti e cittadini di pulizia e manutenzione urbana, con plurime esperienze: dall’istituzione dell’Albo dei Volontari alle convenzioni con diversi gruppi riferibili ai Quartiere, dalla collaborazione con la Ditta Alessi per l’esperimento “La Fabbrica per la Città” (che tanto ha fatto parlare di Omegna anche a livello nazionale) all’attività di volontariato dei cittadini extracomunitari rifugiati presso la nostra Città. Iniziative organizzativamente complesse da attuare, ma alle quali si è riservata prioritaria attenzione, e che affondano le radici nei forti presupposti di solidarietà della Comunità Omegnese. Queste azioni non solo hanno il beneficio diretto derivante dai lavori eseguiti, ma anche quello indiretto di essere il potente testimone di una cultura del bene comune “come proprio e non come d’altri”, oltremodo necessaria in una società civile e che non intende sprecare risorse per “pulire” quando si potrebbe anche semplicemente “non sporcare”. Sono inoltre un importante strumento di sviluppo e di approccio costruttivo con i Quartieri che non devono essere visti solo come “referenti-sfogatoio” delle necessità minute della città, ma come strumento strategico di gestione del territorio. Anche in questo caso la Segreteria ha condiviso la strategia, sottolineando come il rapporto con i Quartieri possa essere l’asse prioritario su cui sviluppare questo tipo di operatività.

Please reload

Perchè vogliamo essere un forza politica aperta all'intera società civile, fatta da tante anime diverse unite da valori comuni, che si confrontano democraticamente e che sono capaci di darsi un efficace punto di sintesi per il Bene Comune dei Cittadini.

Social Network
Link 
Perchè Plurale ?
Partito Democratico sito provinciale
Facebook
Twitter
Partito Democratico sito nazionale