© 2015 by Partito Democratico Circolo di Omegna Cusio. Proudly created with Wix.com

Progetto Borgo della Comunità: che emblematico sia !

May 19, 2015

 

 

Approvato all’unanimità dei presenti dal Direttivo del Circolo di Omegna Cusio il documento di indirizzo e supporto alla Giunta per la versione definitiva dell’iniziativa

 

Il Progetto Borgo della Comunità è un progetto presentato alla Fondazione Cariplo dalla Fondazione Museo Arti e Industria di Omegna come capofila anche di Comune di Omegna, Parrocchia di Omegna e Omegna Social Network Associazione Culturale, che prevede una serie di interventi che coinvolgono diversi siti del Centro Cittadino e che è stato predisposto nella sua versione originale mettendo al centro il concetto di Comunità, gradito alla Fondazione Cariplo erogatrice dei contributi e dunque in tal senso sono risultati importanti e fondamentali la pluralità di soggetti e interventi e l’orientamento alla comunità degli stessi. Rammentiamo che le aree di intervento originariamente previste erano: 1) Piazza Salera, Giardini  Pubblici e Zattera del Golfo - 2) Forum - 3) Ludoteca (Parco Rodari) – 4) Piazza della Madonna del Popolo – 5) Oratorio, Collegiata, Santa Marta 6) Chiesa della Madonna del Popolo. Al di là dei fini principali aggregativi peraltro alcune azioni previste possono essere anche ottimo supporto alla valorizzazione del territorio in senso turistico, e dunque economico, in quanto sostengono e sviluppano valori del paesaggio (Lago e Nigoglia) e della cultura della creatività (Ludoteca e Forum), identitari della nostra realtà, interpretabili anche come possibili oggetti di interesse turistico. Per come al fine è stato redatto il progetto può essere dunque inteso, speso e valorizzato come una vera e propria “spina dorsale del futuro della Città”; anche visivamente le aree di intervento sottolineano questo ruolo di “ossatura e asse per lo sviluppo della Città”, aree di intervento che oltre tutto ben si compenetrano con altre possibili azioni previste. Ora Fondazione Cariplo aveva chiede di riformulare il progetto, mantenendo senso e mezzi dei partners, alla luce di un ridotto apporto di loro contributi a fondo perso (da 2 Milioni richiesti a 1 Milione concesso) e in tal senso la Segreteria del Partito Democratico ha ritenuto opportuno attivarsi sollecitamente per realizzare una forte convergenza delle forze politiche e delle forze sociali interessate alla tematica, in quanto ritiene che questo Progetto, giunto al suo compimento nella sua prima formulazione in un clima di confronto politico sicuramente vivace, sia oggi un valore importante e imperdibile, da preservare nelle sue caratteristiche di complessità, pluralità e sinergia e per il quale deve dunque politicamente prevalere un clima di convergenza per il Bene della Città, atteggiamento peraltro sul tema già tenuto dalla Maggioranza con i voti unanimi avvenuti in Consiglio Comunale.

 

In tale senso è giunto dunque ad approvazione del Direttivo del Circolo un documento unitario che traccia le indicazione per questa riformulazione intervenendo su 4 punti:

  • pari dignità dei partner di progetto con e senza avvantaggiare o svantaggiare un area rispetto all’altra;

  • libertà dei partner di riformulare la propria parte di intervento in riduzione delle realizzazioni o in aumento della loro quota di contributo; per quanto attiene alle aree di intervento riferibili ai fondi comunali, ovvero (1) Piazza Salera, Giardini  Pubblici - 2) Forum - 3) Ludoteca (Parco Rodari) – 4) Piazza della Madonna del Popolo, l’indicazione è di mantenere il senso di emblematicità dell’intervento implementando le risorse messe a disposizione dal Comune di circa € 200.000,00 a valere sul Bilancio del 2016; grazie a queste maggiori risorse e al venire meno del lotto della Madonna del Popolo per altre ragioni  legate alla non più procedibilità del progetto principale al quale erano di corollario, gli interventi sulle restanti aree vedranno messe a disposizione risorse pari al 90% delle risorse originariamente previste; 

  • conferma di uno dei cardini del progetto: la nuova e più focalizzata distribuzione dell’utilizzo degli stabili del Forum e della Ludoteca con il trasferimento della Biblioteca al Forum, da intendersi maggiormente come luogo della comunità Cittadina e la specializzazione dell’area Ludoteca come Parco della Fantasia;

  • < > sono sottolineate inoltre come, per la stesura definitiva del progetto, siano da prendere in considerazione con priorità alcuni spunti:

    l’eventuale recupero di risorse per colmare gap di progetto dal ridimensionamento della spesa relativamente alla prevista chiusura della “navata del forum” come Piazza Coperta e riparata;

  • l’assoluta priorità, nel piano degli interventi previsti per Forum e Ludoteca, delle azioni di ripristino energetico, funzionale ed estetico necessarie ai fabbricati esistenti onde garantirne una completa funzionalità e una adeguata gestione in termini di cost energetici e di pulizia e manutenzione;

  • una consultazione del mondo delle associazioni Omegnesi sui possibili utilizzi della nuova Piazza per contestualizzare l’arredo della stessa, al di là degli elementi di perimetro, nel modo più opportuno e fruibile dalla Cittadinanza;

  • l’utilizzo anche di elementi di verde e di vegetazione;

  • la possibilità che gli eventuali risparmi sulla Piazza possano essere dirottati, oltre che in interventi di ottimizzazione energetica in eventuali maggiori interventi all’Area Ludoteca (Parco Rodari), da considerarsi la “punta avanzata” in termini di ritorno immediato della cultura della creatività, consultando in merito gli operatori del Forum.

Please reload

Perchè vogliamo essere un forza politica aperta all'intera società civile, fatta da tante anime diverse unite da valori comuni, che si confrontano democraticamente e che sono capaci di darsi un efficace punto di sintesi per il Bene Comune dei Cittadini.

Social Network
Link 
Perchè Plurale ?
Partito Democratico sito provinciale
Facebook
Twitter
Partito Democratico sito nazionale