© 2015 by Partito Democratico Circolo di Omegna Cusio. Proudly created with Wix.com

Giovani e Politica: una riflessione di Alessandro Rondinelli

June 25, 2015

 

 

Venerdì 19 Giugno presso la biblioteca di Verbania, ho avuto la fortuna e l’onore di partecipare a una serata organizzata dal PD di Verbania, avente come tema del dibattito “Giovani e Politica”.  La cosa più interessante è stata il livello alto del dibattito, ottenuto grazie ad ospiti come il Sociologo Riccardo Grassi e l’On. Davide Mattiello ma soprattutto, grazie ad un pubblico di grande qualità, capace di stimolare dibattito e riflessioni.

 

Provando a fare una sintesi, possiamo partire da alcune riflessioni esposte dal Sociologo necessarie al fine di evidenziare come da sempre, gli adulti hanno criticato i giovani e le nuove generazioni (fin dai tempi di Seneca e dei Romani). Partendo da questo, si può comprendere meglio come a volte si ragioni ancora per stereotipi e di conseguenza, idee e sensazioni emerse durante il dibattito, come ad esempio l’ipotesi che i Giovani siano suggestionati dalla televisione, sono state puntualmente smentite dalle statistiche, le quali ci dicono che i giovani d’oggi guardano sempre meno la televisione e in particolar modo quella generalista.

 

E’ chiaro quindi che partendo da un’analisi di cos’era in passato il rapporto tra Politica e Giovani, ci si è scontrati con una realtà attuale diversa nei contenuti e nei principi, tra le innumerevoli motivazioni cito le due che reputo essere più interessanti:

  • il periodo storico / partendo da esempi concreti come i numerosi iscritti che in passato avevano i Partiti, si è provato a ragionare sulle motivazioni di una crisi che porta oggi il PD, a non sapere nemmeno con precisione il numero di iscritti dell’anno passato. Questo oltre a denotare un problema organizzativo, è sintomatico del fatto che in passato si aggregavano le persone e i giovani con molta più facilità, perché c’era una richiesta forte di diritti, con un Paese ancora da costruire e dove in un certo qual modo, a quei tempi eri obbligato a scegliere da che parte stare.Oggi emerge come sia molto più difficile aggregare i giovani, perché i diritti che abbiamo si danno per scontati, perché oggi la Politica è distante dalla società reale e perché il senso di appartenenza è sempre meno presente nei pochi Partiti rimasti; come ad esempio il Partito Democratico.

  • la famiglia / assodato che oggi viviamo in una società egoista dove il dio denaro la fa da padrone, è probabile che oggi ci si può ritenere fortunati a crescere in una famiglia dove si ha la possibilità di avere un confronto e dove magari si riesce anche a parlare di Politica. La sensazione è che le nuove generazioni di genitori, facciano sempre più fatica a trasmettere valori come solidarietà e comunità, concentrandosi esclusivamente sulla loro crescita personale e quella della loro famiglia.

     

Da molto tempo ci si chiede quale strada sia giusto intraprendere al fine di coinvolgere Giovani e meno Giovani alla Politica attiva e le due risposte emerse con più forza, possono sembrare banali, ma allo stesso tempo complesse da mettere in pratica:

  • rispettare i principi in cui si crede, mantenendo le promesse che si fanno e per le quali si chiede la fiducia ed il voto;

  • analizzare le esigenze attuali dei Giovani e del Nostro paese, provando a dare loro risposte concrete

 

La mia conclusione personale, è che i Giovani non si accontentano più delle sole parole e per questo tendono ad avvicinarsi al mondo del volontariato e delle associazioni, anziché a quello della Politica e dei Partiti. Per questo motivo, credo che una delle strade da perseguire debba essere quella di ricalcare alcune intuizioni passate, attualizzandole al mondo di oggi, con l’obiettivo di riuscire a dare risposte concrete; alcuni esempi:

 

  • Network con il mondo del lavoro / in passato il Partito e la Politica, avevano un rapporto diretto con il mondo del lavoro, attraverso gli operai e i contadini, anche oggi un Partito strutturato deve avere dei rapporti solidi e costanti con il mondo del lavoro, mondo che oggi, non è più rappresentato esclusivamente dagli Operai, ma da tutta una serie di soggetti molto più ampia.

  • Corsi di formazione / in passato i Partiti mandavano i propri militanti a studiare con l’obiettivo di prepararli alla vita politica e alla società, oggi bisognerebbe fare la medesima cosa, adeguandosi ai tempi e ipotizzando corsi gratuiti che insegnino ad esempio come aprire una nuova attività economica, oppure corsi su dove andrà l’economia ed il mondo del lavoro nei prossimi anni, ecc.

  • Aiuti concreti pratici per chi va all’estero / oggi, dobbiamo fare i conti con i tanti Giovani che escono dal Nostro Paese per andare a studiare o lavorare, perché allora non ipotizzare la realizzazione di network in grado di aiutare (almeno all’inizio), chi si trova a dover partire, non avendo alcun tipo di contatto o riferimento.

  • Nuove forma di Società di Mutuo Soccorso / le grandi difficoltà economiche di oggi impongono una riflessione, per questo credo che in alcuni casi si possa anche prendere spunto dal passato, se le Società di Mutuo Soccorso furono un grande aiuto per i più deboli nelle passate rivoluzioni industriali, oggi ipotizzare questo sotto altre forme, potrebbe essere altrettanto efficace.

  • Diritti sull’Uguaglianza di genere, diritti e doveri per tutti (0mosessuali, coppie di fatto, adozioni, ecc.)/ le grandi lotte sociali del XXI secolo sono queste e la Politica, dovrebbe farle sue stando accanto ai più deboli e a chi oggi non è riconosciuto nella Nostra società, combattendo insieme a loro !

     

L’obiettivo per tanto dovrebbe essere quello di cambiare radicalmente la Politica attuale, il paese e il Partito, mantenendo quanto di buono c’è stato in passato e sollecitando tutti i giovani di oggi a PRENDERSI i propri spazi, anche quando ci si scontra con un mondo che tende ad escluderli! 

 

 

Please reload

Perchè vogliamo essere un forza politica aperta all'intera società civile, fatta da tante anime diverse unite da valori comuni, che si confrontano democraticamente e che sono capaci di darsi un efficace punto di sintesi per il Bene Comune dei Cittadini.

Social Network
Link 
Perchè Plurale ?
Partito Democratico sito provinciale
Facebook
Twitter
Partito Democratico sito nazionale