Gli interventi in Assemblea

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gli interventi

all'assemblea  del Circolo del Partito Democratico di Omegna del 4/11/2015

 

 

Basta con il noi e con il loro

Alessandro Rondinelli

 

Aprirsi è un’operazione difficile, perché vuol dire accettare di aprire la propria casa ad altri, vuol dire ascoltare e dare spazio anche a idee diverse dalle tue, mettendo in discussione se stessi e quello che si è fatto fino al giorno prima!

 

Il Partito Democratico è nato con questo spirito e chi ha creduto in quell’intuizione fin dall’inizio, oggi ha contribuito a costruire tutto questo, dimostrando che aprirsi è difficile ma possibile.

 

Purtroppo i vari cambiamenti non hanno fatto perdere il male più grande della sinistra italiana, la litigiosità e la ricerca costante di un nemico interno, anche il Nostro Circolo su questo non è stato di meno, vivendo momenti difficili, dove le logiche delle correnti hanno prevalso, tutto questo deve finire, per tornare a far prevalere lo spirito di gruppo, mantenendo sì le proprie differenze, ma dicendo

BASTA CON IL NOI E CON IL LORO!

 

Solo se questo spirito verrà rispettato, il mio ruolo da segretario avrà un senso e se io posso essere considerato un segretario di garanzia, la cosa non faccia credere o pensare che non ci sarà l’autorevolezza necessaria per perseguire l’obbiettivo.

Il mio obiettivo da segretario sarà quello di portare il Partito Democratico vicino ai Cittadini, aprendosi sempre più alla Città e per farlo i punti da cui partire saranno i seguenti:

 

  1. Tornare a credere che il Partito sia la casa di tutti, dove poter discutere, esprimere le proprie idee, sentendosi parte integrante di una comunità allargata, ma accettando la logica, che dopo tutte le doverose discussioni, prevarrà sempre la linea della maggioranza.

  2. Aprirsi alla Città, l’ultima alluvione di Omegna è stata una sciagura, di contro, ha procurato un risveglio e una consapevolezza spontanei negli Omegnesi sulle potenzialità della Nostra Città (pensiamo ad associazioni come “Sei di Omegna se …” o “ABLO”), credo che i Partiti per essere credibili, dovranno prendere esempio da tutto questo, utilizzando la via della Politica.

Supportare l’amministrazione nel rispetto dei ruoli, ci vuole un confronto costante basato sul rispetto reciproco, evidenziando quanto d’importante è stato fatto fino a oggi e contribuendo a concludere nel migliore dei modi questo ultimo anno e mezzo.

 

Ricordiamoci sempre da dove siamo partiti, per Cinque anni abbiamo avuto a che fare con un Sindaco (Quaretta) e un’amministrazione (di Centro Destra), che ci raccontavano la storia dell’impossibilità di fare qualsiasi cosa per la mancanza di soldi, oggi quest’amministrazione è tornata a dare una speranza e un futuro alla Nostra Città (non mi sembra una cosa da poco), mentre, per quanto riguarda la fase due incentrata sulle cose da fare, credo si possa dire che sia iniziata e come Partito, ritengo che dovremo fare la Nostra parte, per questo annuncio che se sarò segretario: entro un mese saranno aperti dei tavoli di lavoro aperti, sulle tematiche che riterremo prioritarie, al fine di dare il Nostro punto di vista e il Nostro contributo agli amministratori e su questo, inviteremo anche i Nostri alleati, perché siamo convinti che il modo migliore per ottenere i risultati, soprattutto se si fa parte di una squadra, è quello di “sporcarsi le mani”. Aggiungo, che lo spirito sarà quello di gestire il Partito sempre e solo nel bene di Omegna e dei suoi cittadini e per fare questo, ritengo che si dovrà essere disposti a dialogare con tutti senza alcun tipo di preconcetto, perché nessuno ha la verità in tasca e quindi, anche se questa non è la serata dove affrontare i singoli temi, vorrei dire con chiarezza, che non ci dobbiamo spaventare difronte alle richieste di confronto che arrivano da parte della minoranza e dei Cittadini, su temi importanti come l’EMBLEMATICO (ad esempio), perché trattasi di investimenti importanti, che cambieranno il volto della Nostra Città e per questo, chiedo fin da subito all’amministrazione di non perdere un’occasione, aprendosi al confronto con assemblee pubbliche, dove potremo dire ai Nostri Cittadini quanto di buono e bello pensiamo di fare per la Nostra CITTA’.

Alessandro Rondinelli

 

A partire da qui e da oggi

Mario Cavigioli

 

(…) Innanzitutto vorrei esprimere una breve considerazione a supporto dell’ipotesi percorsa, e oggi posta in votazione, di formulare un Direttivo e una Segreteria Unitarie e non di sviluppare un confronto fra proposte alternative, una soluzione che non è quasi mai la più efficace in termini di risultati prospettici.

 

Peraltro nell’attuale situazione della Politica in generale, e del nostro Circolo di conseguenza nel particolare, è l’unica soluzione non autolesionista per noi e per la Città: le risorse umane ed economiche che possiamo portare a sostegno di valori che in ogni caso tutti noi qui condividiamo sono così poche rispetto al compito che ci aspetta che solo unendo le forze e trovando le sintesi più corrette possiamo pensare di fare un effettiva azione sociale e politica capace di incidere realmente sulle sorti del Bene Comune. 

 

L’alternativa a ciò che a partire da qui e da oggi, noi tutti insieme, POSSIAMO fare sul nostro territorio quale sarebbe d’altronde? 

 

Un Centro Destra che in tutta Italia, ma anche e soprattutto a Omegna, appare incapace di formulare qualunque tipo di costruzione sensata? La demagogia, l’istrionismo e l’antipolitica di movimenti presenti a livello nazionale, ma che qui oggi non esistono e che sarebbero dunque una costruzione elettorale dell’ultimo istante? Altrettante magari oneste, ma improvvisate, coalizioni solo civiche?

 

Mi sembra che il panorama alternativo a ciò che a partire da qui e da oggi, noi tutti insieme, POSSIAMO fare sul nostro territorio sia alquanto desolante e dunque il POSSIAMO FARE INSIEME diventa inevitabilmente un DOBBIAMO FARE INSIEME.

 

INSIEME facendo SINTESI ELEVATE e CORAGGIOSE non MEDIAZIONI al RIBASSO.

 

INSIEME non solo fra di noi, ma aprendoci realmente all’ASCOLTO e alla COLLABORAZIONI con tutti coloro che vogliono Di + X Omegna.

 

INSIEME: Partito, Società Civile e Amministrazione Comunale.

 

Non entro negli esempi concreti su come applicare questi principi e questa strategia perché voglio rispettare il tema della serata che è il Circolo del PD e non sconfinare su questioni specifiche, ma per ogni situazione realmente sul piatto sono convinto che avremo modo di trovare, INSIEME, il modo di applicarli. E per fare tutto ciò abbiamo bisogno di un Circolo che funzioni e dunque riteniamo che la proposta di questa sera di Direttivo, Segreteria e Segretario possa esserlo avendo, a nostro giudizio: un direttivo nella formazione del quale ha prevalso uno spirito di apertura e in cui tutti si potranno sentire parte di un più ampio contesto;una segreteria che pensiamo possa coniugare, nelle sue componenti, equilibrio e energia e che a mio giudizio non dovrà mancare di chiedere al Direttivo il coinvolgimento di singoli come responsabili di progetto, perché il Direttivo deve essere inteso come un luogo di lavoro e non un luogo di potere;un Segretario che ci ha dimostrato, in questi mesi di lavoro in Segreteria come suo componente delegato all’organizzazione in cui abbiamo avuto modo di conoscerlo, doti di lealtà, capacità e consapevolezza politica, indipendentemente da come la pensi sulle singole questioni. E’ soprattutto quest’ultimo elemento, quello della consapevolezza politica (gli altri li consideriamo pre-requisiti), che ci porta a sostenere questa ipotesi di lavoro che lo vede nel ruolo di Segretario. Una consapevolezza politica che condividiamo e di cui vogliamo sottolineare tre punti: l’esigenza di essere veramente aperti verso la Cittadinanza SEMPRE con ASCOLTO, COMUNICAZIONE e ACCOGLIENZA di nuove persone e idee, SENZA PAURA del confronto;l’esigenza di connotarsi per la capacità di fare SINTESI EFFICACI e INNOVATIVE che comporta a volte SCEGLIERE, DELEGARE e AGIRE con SPIRITO di SQUADRA, eventualmente allontanandosi da comportamenti non altrettanto efficaci;la consapevolezza che, seppur non si può dire che in questo Circolo vi siano divisioni per correnti vere e proprie come a livello nazionale, esistono differenti punti di vista che non sono per niente solo posizioni personalistiche, ma sono in realtà parte integrante del più ampio dibattito nazionale, che vede un confronto fra due diversi modi di essere Sinistra o Centro Sinistra. Riconoscere ciò è il primo passo affinché questo confronto non sia uno scontro, ma un dialogo alla ricerca di una sintesi adeguata, sintesi che se si vuole noi siamo conviti si possa trovare, basta volerlo.

 

Please reload

Perchè vogliamo essere un forza politica aperta all'intera società civile, fatta da tante anime diverse unite da valori comuni, che si confrontano democraticamente e che sono capaci di darsi un efficace punto di sintesi per il Bene Comune dei Cittadini.

Social Network
Link 
Perchè Plurale ?
Partito Democratico sito provinciale
Facebook
Twitter
Partito Democratico sito nazionale

© 2015 by Partito Democratico Circolo di Omegna Cusio. Proudly created with Wix.com