© 2015 by Partito Democratico Circolo di Omegna Cusio. Proudly created with Wix.com

Sul tema della Sanità sia il Consiglio Comunale a rappresentare la Città.

April 12, 2016

 

Dopo le ultime settimane di dibattito e i svariati interventi sul futuro sanitario della Nostra Città, dopo un Consiglio Comunale travagliato e in vista dell’incontro odierno dei Capigruppo con l’assessore Regionale Saitta, come Partito Democratico ci sentiamo in dovere di proseguire quel percorso di chiarezza, di lavoro e di  determinazione auspicato e richiesto da più parti sul futuro Sanitario nella Nostra Città.

 

Alla luce di questo riteniamo serva un necessario cambio di passo, al fine di tutelare adeguatamente gli interessi della Nostra Città in tutte le sedi necessarie e per questo motivo, il Partito Democratico:

 

  • CHIEDE all'Amministrazione Comunale nel suo complesso di organizzare nel più breve tempo possibile un ulteriore dibattito pubblico, alla presenza di Regione, ASL e COQ, avente come obiettivo, quello di conoscere nel dettaglio il nuovo piano industriale concordato tra le due parti e presentato alla Regione, ricordando che il Partito Democratico di Omegna, lotterà fino alla fine per ottenere:

 

  • la garanzia che la struttura del COQ possa avere un futuro certo e di lunga durata sulle rive del Nostro Lago, scongiurando qualsiasi ipotesi di spostamento all’interno dell'Ospedale unico;

  • la garanzia del mantenimento occupazionale attuale, auspicando un incremento in base al nuovo piano industriale;

  • il mantenimento di tutti gli attuali servizi (Medicina - Day Surgery e Punto di Primo Soccorso), fino alla realizzazione del nuovo Ospedale unico.  

 

  •  

    CHIEDE al proprio Sindaco, vista la sua divergenza di opinione su parte di questo tema (Centro di Primo Soccorso) rispetto all’intero Consiglio Comunale, di mettere lo stesso Consiglio Comunale nelle migliori condizioni possibili affinché possa egli rappresentare l’interesse della Città in merito, lasciando che su questa questione sia proprio il medesimo Consiglio Comunale a esprimersi in modo esclusivo, facendosi invece forte portatore delle motivazioni cittadine sugli altri temi sanitari di difesa e stabilizzazione del COQ. Il Partito Democratico peraltro, nello spirito che contraddistingue una forza di governo responsabile e costruttiva e per quanto possa occorrere farlo, conferma il sostegno al Sindaco su tutti gli altri temi della Città, mettendosi anzi a disposizione per contribuire a portare a compimento i progetti in corso e di cui la Città ha bisogno, marcando differenza rispetto a coloro che hanno preferito gettare la spugna dal Governo della Città per mero calcolo (peraltro a nostro giudizio sbagliato) di opportunità politica.

 

  • CHIEDE a tutte le forze politiche di lavorare insieme per questi obiettivi comuni e condivisi sul tema della Sanità e con i propri rappresentanti in Consiglio Comunale, senza atteggiamenti di distinguo propagandistici e personalistici che tradiscono in realtà un desiderio di contrapposizione che prevale sul vero mandato popolare che è quello di tentare di conseguire gli obbiettivi che tutta la Città ci chiede. Inoltre, pur esprimendo un severo disappunto per la convocazione di tutti i Capigruppo, da parte dell’Assessore Saitta a Torino e non a Omegna, dando così un segnale molto brutto di scarso interesse per la vicenda Omegnese, credo che sia dovere di chi ha il compito di difendere le istanze della Città, partecipare in ogni luogo e in ogni dove, a qualsiasi momento di confronto, con chi alla fine deciderà per il Nostro futuro, evitando di dare alibi, in questo caso alla Regione, e facendo valere le proprie ragioni.

     

 

Alla luce di questo, mio malgrado, ho dovuto registrare con rammarico come posizioni di boicottaggio siano state assunte pubblicamente, in un comunicato congiunto con forze politiche oggi d’opposizione, anche dal Nostro Assessore Alessandro Buzio, il quale, facendo ancora parte del Direttivo del Partito Democratico e dell’Amministrazione, dimostra poco rispetto per i suoi colleghi e compagni di Partito e di Giunta; inoltre, non so se casualmente, anche Alberto Buzio (componente del Direttivo PD), ieri ha preso una posizione sul tema.

 

Non apprezzo particolarmente “gli interventi a gamba tesa” come questi ultimi appena citati, in particolare se fatti dal “fuoco amico” e per questo vorrei dire chiaramente che il sottoscritto non si fa tirare per la giacca da nessuno e l’unica motivazione che detta qualsiasi scelta è il bene della Nostra Città. Quindi, ringraziando la mia segreteria per la collaborazione e l’appoggio sempre dimostrato, chiedo rispetto e collaborazione, da parte di tutti i Nostri dirigenti, attenendosi a quelle regole non scritte di correttezza, che chi fa politica da sempre, dovrebbe conoscere molto bene.   

 

Qualora alcuni ritenessero così importante continuare a distinguersi al fianco di coloro che oggi si considerano Nostri avversari politici, che tanto negativamente giudicano l’operato del Partito Democratico e che soprattutto si propongono come forza di Contestazione e non di Governo, li invito a fare le loro valutazioni in maniera serena, coraggiosa e coerente, su quale debba essere oggi il loro rapporto col Partito Democratico e con la Giunta.

 

 

Il Segretario del Partito Democratico

 

Alessandro Rondinelli 

 

Please reload

Perchè vogliamo essere un forza politica aperta all'intera società civile, fatta da tante anime diverse unite da valori comuni, che si confrontano democraticamente e che sono capaci di darsi un efficace punto di sintesi per il Bene Comune dei Cittadini.

Social Network
Link 
Perchè Plurale ?
Partito Democratico sito provinciale
Facebook
Twitter
Partito Democratico sito nazionale