© 2015 by Partito Democratico Circolo di Omegna Cusio. Proudly created with Wix.com

Congresso PD: qualche riflessione dalla relazione del Segretario

October 25, 2017

Plurale Democratico

“Possiamo proseguire questo cammino insieme”

Relazione e Programma a supporto della Candidatura di Mario Cavigioli a Coordinatore del Circolo di Omegna e del Cusio del Partito Democratico (stralcio parziale)

PREMESSA E CANDIDATURA

Nel Febbraio del 2015 il Partito Democratico a Omegna si apriva a nuove persone, con l’obiettivo di rinnovarsi e rilanciarsi: entrarono in quella fase in Segreteria, fra gli altri, Alessandro Rondinelli e il sottoscritto. Nove mesi dopo, a Novembre 2015, era direttamente Alessandro Rondinelli a diventare Segretario, in un assemblea unitaria che rappresentava la pluralità del Circolo e con una Segreteria, altrettanto rappresentativa, di cui ho fatto parte fino ad ora senza soluzione di continuità.

 

Sin da allora il progetto che ci ha accomunati e che ha accomunato i Democratici Omegnesi, è stato quello di costruire un Circolo del Partito Democratico:

 

PLURALE, dove i diversi punti di vista non fossero divisioni, ma ricchezza,

un Circolo allo stesso tempo di TUTTI e di CIASCUNO,

SOLIDO nel senso di non virtuale, ma fatto di confronto tangibile,

INCLUSIVO e APERTO, alle PERSONE, al FUTURO e al CAMBIAMENTO.

Ma anche dove l’unitarietà non fosse unanimismo, avendo ben presente LA NECESSITA’ e l’obbligo DELLA SINTESI e DELL’EFFICACIA e senza mai perdere di vista che IL PARTITO E’ UNO STRUMENTO per raggiungere il fine del BENE COMUNE della nostra Comunità. Omegnese prima di tutto, ma anche oltre.

 

Abbiamo costruito da allora un percorso che, al netto degli inevitabili errori e della sconfitta elettorale cittadina, ha avuto molti punti di forza; punti di forza che è opinione di molti vadano rinnovati e salvaguardati per il futuro, come di recente anche Alessandro stesso ha ricordato nel suo saluto di fine incarico legato a questo momento di rinnovo delle cariche Cittadine e che nel mio intendimento diventano un binario per proseguire questo cammino insieme.

 

Ricordo brevemente

  1. abbiamo reso disponibile ai Cittadini informativa e dibattito su temi nazionali con l’organizzazione di incontri condotti da ospiti di rilievo;

  2. si è rilanciato il tesseramento con numeri da primato provinciale;

  3. abbiamo condotto le campagne per il SI al Referendum Costituzionale e le primarie per la scelta del Segretario Nazionale con una importante partecipazione all’azione politica e al voto;

  4. abbiano svolto un percorso verso le elezioni amministrative omegnesi dello scorso Giugno con Primarie molto partecipate e all’insegna di quel far play di cui la politica di oggi ha tanto bisogno. E poi ci siamo impegnati nella campagna per le elezioni amministrative coinvolgendo intorno al Partito Democratico forze civiche e nuove, perdendo al fine per una serie di motivazioni che abbiamo già analizzato ma che analizzeremo anche in futuro per correggere gli errori;

  5. abbiamo dato al Partito un ruolo attivo di supporto, dialogo e se necessario di contraddittorio critico con la nostra amministrazione della città, tentando anche qui, non sempre riuscendoci, di costruire linee comuni, possibilmente inclusive e aperte all’ascolto;

  6. abbiamo sicuramente contribuito alla costruzione di un percorso Provinciale del Partito verso un senso di unitarietà, con la testimonianza concreta del nostro di percorso e con l’azione fattiva nell’ambito delle varie aree a livello provinciale.

 

E’ stato un lavoro di gruppo a molte mani, il cui merito va ascritto a chi ha condotto questo percorso fin qui con una leadership forte, competente, tenace e leale, ovvero al SEGRETARIO Alessandro Rondinelli, a cui va il mio personale GRAZIE e il GRAZIE di tutti i Democratici Omegnesi, tesserati e non.

 

Oggi la volontà sostanzialmente unanime nel Circolo è quella di proseguire nella medesima unitarietà e con gli stessi valori e obiettivi percorsi fino a qui e atteso che molti compagni e amici mi hanno proposto come possibile prosecutore di questa azione mi sono reso disponibile a raccogliere il testimone di questa “staffetta democratica” e a proseguire la corsa del PD nella nostra Città nel ruolo di Segretario Cittadino e dando seguito al lavoro di Alessandro.

 

E’ stata dunque costituita una lista UNITARIA a sostegno della mia candidatura a Segretario Coordinatore del Circolo di Omegna e per l’elezione di un nuovo Direttivo, ampio e rappresentativo di quel PLURALE DEMOCRATICO che sappia guardare al FUTURO e al CAMBIAMENTO, che tutti insieme, noi, Democratici Omegnesi possiamo essere.

 

La lista non a caso ci chiama appunto “PLURALE DEMOCRATICO”.

 

Con soddisfazione sottolineo come abbiano accettato di iscriversi al Partito Democratico e di entrare a far parte del Direttivo del Circolo anche un buon numero di persone delle due liste civiche che hanno condiviso con noi la Campagna Elettorale per Maurizio Frisone Sindaco nonché persone che in quell’occasione hanno accettato di Candidarsi per la prima volta nella nostra lista. Tenuto conto che alcuni riconfermati nel Direttivo erano nuovi inserimenti, sia nel Partito che nel Direttivo, degli ultimi 3 anni posso affermare senza tema di smentita che il Partito Democratico ad Omegna si presenta fortemente rinnovato rispetto al passato.

 

 

IL RUOLO E LA MISSIONE DEL SEGRETARIO COORDINATORE

Credo che il Segretario Coordinatore di un Circolo del Partito Democratico sia prima di tutto al servizio del Circolo, al servizio dei Tesserati e dei Simpatizzanti, al servizio del Partito Democratico in senso lato, non come potere a cui rispondere, ma come casa comune a cui tutti apparteniamo.

Credo che, oggi come oggi, il Segretario Coordinatore di un Circolo del Partito Democratico debba testimoniare alcuni valori e metodi:

  • in una società in cui la parola politica viene svenduta come una bestemmia deve provare a rendere il Partito Democratico appetibile a nuove persone, forze e idee agendo da “animatore sociale” e usando linguaggi moderni in grado di arrivare a molti;

  • in una società fatta di luoghi virtuali, individualismo e paure deve tentare di accendere spirito critico e fiducia capaci di generare consapevolezza e nuova mobilitazione;

  • in una società che respinge, deve essere testimone dell’accoglienza come forza senza la quale non potremo affrontare il futuro, accoglienza delle persone, delle idee, del nuovo, dell’altro e come punto di partenza per lavorare insieme; quel lavorare insieme che se non è mai stata una cosa semplice, particolarmente non lo è oggi;

  • deve proporre, condividere, dibattere, sintetizzare PERCORSI e saperli raccontare ai Cittadini;

  • deve farsi garante del confronto e della lealtà interna.

Più concretamente nel nostro Circolo:

  • deve farsi promotore della costruzione di un progetto per Omegna 2022 partendo dal programma di Maurizio Frisone, che ci vedeva tutti concordi e che da oggi diventa un “open program” per il futuro;

  • deve far crescere, nella preparazione, ma anche nella loro immagine pubblica, il maggior numero di persone del Circolo, a tutti i livelli e per formare la base di una squadra forte, capace e concreta per il futuro;

  • deve rappresentare nell’ambito Provinciale il nostro territorio, troppo spesso eterno “terzo”, e le esigenze di rapidità di elaborazione collegiale e di capacità di concretizzare degli obiettivi nelle quali come Partito ultimamente abbiamo difettato.

Cercherò di essere tutto questo, ma certamente avrò bisogno del fattivo contributo di tutti per farlo.

 

 

LA PROPOSTA DI SEGRETERIA

Immediata conseguenza delle premesse e degli obiettivi che mi sono prefisso come segretario coordinatore è la formulazione di una Segreteria che non può che essere AMPIA e PLURALE, ma capace di fare SINTESI e di preparare il FUTURO. Di fatto è la Segreteria che insieme, di recente, e già con questi obiettivi, abbiamo costruito intorno ad Alessandro, integrata da due inserimenti (Francesco Pesce e Sara Piemontesi che si sono nel frattempo resi disponibili) e strutturata come segue.

 

SEGRETERIA ISTITUZIONALE

GALLAROTTI NADIA - Presidente del Circolo

VARALLO ROSARITA - Presidente del Direttivo di Circolo

FORTIS CLAUDIA - Tesoriere

 

SEGRETERIA POLITICA

RONDINELLI ALESSANDRO - Capo Gruppo Consiglio Comunale

PESCE FRANCESCO - Responsabile Comunicazione

FRISONE MAURIZIO - Consigliere Comunale

CARBONE IURI - CIATTI ELISA - CUORETTI ALESSANDRA - PIEMONTESI SARA

 

Per coniugare in modo proficuo i concetti di “AMPIO e PLURALE” con quello di “prepararsi al FUTURO” avremo modo come Segreteria di suddividerci gli argomenti, abbinando sui temi un componente “senior”, più esperto delle questioni, con uno “junior”, che dovrà imparare e metterci energia e sul quale evidentemente il Partito punterà per il futuro. Sui singoli temi ben venga la collaborazione di membri del DIRETTIVO che vorranno farsi avanti o ai quali non mancherò di chiedere.

 

PLURALE DEMOCRATICO

Ci aiuteranno a declinare il concetto di PLURALE DEMOCRATICO e quello di APPETIBILITA’ del PARTITO DEMOCRATICO:

  1.  avere un Direttivo di Circolo disponibile ad accogliere come ospiti il maggior numero di persone di AREA DEMOCRATICA E CIVICA che riusciremo a coinvolgere;

  2. creare situazioni in cui sapremo CONTRIBUIRE e MISCHIARCI, come peraltro in parte già facciamo, con il mondo dell’associazionismo e del volontariato, un mondo dove capacità concreta di lavoro, valori e spirito critico fortunatamente non sono estinti e in cui possiamo trovare ancora persone che credono di poter “cambiare le cose” e che potrebbero pensare di farlo insieme a noi.

 

IL LINGUAGGIO

Il linguaggio è un elemento fondamentale della politica: se non riesci a farti capire non agisci sulla società.

Il nostro mondo moderno, connotato da una dinamica social – informazione che interviene anche su coloro che frequentano poco i social per i riverberi di questi ultimi anche sull’informazione tradizionale, favorisce la disinformazione, la semplificazione, l’arroganza, l’ignoranza, la manipolazione, l’effetto a breve termine, la diffusione di paure e pregiudizi.

Tutti fenomeni che a loro volta favoriscono tematiche di destra e demagogie populiste.

Noi invece, che vogliamo un mondo migliore basato su una visione di lungo termine e su valori che in quell’orizzonte vanno apprezzati, siamo oggettivamente svantaggiati, ma dobbiamo accettare la sfida e trovare un giusto equilibrio per ribattere colpo su colpo, ma senza scendere nella lotta nel fango perché come diceva George Bernard Shaw: “Ho imparato tanto tempo fa a non fare lotta con i maiali. Ti sporchi tutto e, soprattutto, ai maiali piace”.

Inoltre dobbiamo porre attenzione, anche se non è semplice, a non “saltare i passaggi”, a non “dare per scontato le cose” e a sviluppare un racconto che parli a tutti e non solo a coloro che pensiamo facciano già parte “della nostra parte”.

La nostra visione del mondo è una visione a cui dobbiamo educare le persone: non è sufficiente  proporre singole soluzioni o idee scollegate da un quadro generale di valori: i valori e il quadro generale vanno ribaditi e richiamati ogni volta.

Se non lo facciamo su molti cittadini avranno la meglio ragionamenti più basici proposti da altre forze.

 

ALTRE FORZE POLITICHE E CIVICHE

Noi siamo alternativi alle Destre e rifuggiamo il Populismo Demagogico: è avendo come punto di riferimento questa affermazione che ci possiamo aprire, per vincere, governare e creare una società migliore, al dialogo con tutti coloro che possano condividere, con lealtà e accoglienza reciproca, progetti e valori.

(Sono i simili che si alleano, non gli identici, che non ne hanno bisogno se sono veramente identici - web).

 

TEMI NAZIONALI

Il ruolo del Circolo, di cui si deve far garante il Segretario, è quello di luogo ove possa esserci un dibattito aperto e leale sulle principali tematiche nazionali e internazionali, interne e esterne al Partito Democratico. L’opinione del Segretario di Circolo su temi nazionali ha lo stesso valore di partenza di quella di chiunque altro, salvo l’ascendente che lo stesso possa avere, come peraltro chiunque altro.

 

EVENTI

Penso possa essere interessante proporre una sinergia per “eventi di zona e itineranti” ai vicini Circoli di Casale Corte Cerro – Gravellona Toce, Baveno e Stresa/Belgirate, nell’economia di un quadro complessivo dove si auspica Vi sia in merito anche una corposa iniziativa a livello Provinciale.

 

Vorrei concludere con una citazione da un recente discorso, ma che contiene una delle affermazioni che più mi fa sentire a casa e al posto giusto qui nel Partito Democratico:

 

“La sinistra non può, mai, dico mai, essere conservazione.

Sarebbe un odioso ossimoro.

Noi democratici siamo al mondo da sempre per cambiarlo, non per accertarlo così com’è.”

(Walter Veltroni - 14 Ottobre 2017 – nel decimo anno del Partito Democratico)

 

Perché io, si, ve lo confesso, sono ancora convinto che il mondo si possa cambiare.

 

Omegna 20 Ottobre 2017

Mario Cavigioli

Candidato Segretario Coordinatore di Circolo

Please reload

Perchè vogliamo essere un forza politica aperta all'intera società civile, fatta da tante anime diverse unite da valori comuni, che si confrontano democraticamente e che sono capaci di darsi un efficace punto di sintesi per il Bene Comune dei Cittadini.

Social Network
Link 
Perchè Plurale ?
Partito Democratico sito provinciale
Facebook
Twitter
Partito Democratico sito nazionale