© 2015 by Partito Democratico Circolo di Omegna Cusio. Proudly created with Wix.com

GIUNTA MARCHIONI GIORNO#125

October 30, 2017

 

Al di là delle sintesi inevitabili nei confronti della stampa per evidenti ragioni di "spazio" e di cui agli articoli di questi giorni ecco la più ampia riflessione del Partito Democratico Circolo di Omegna sulla Giunta Marchioni al suo 125 esimo giorno.

 

 

Il Partito Democratico non può che essere alternativo a un governo di destra della Città di Omegna, ma condividiamo con tutti il bene per la nostra città e per la sua comunità.

 

Proposte valide e condivisibili non otterranno da noi un'opposizione per partito preso, anche se a parti invertite non sempre è stato così a nostro giudizio. 

 

Se saremo utili, siamo disponibili a lavorare insieme. Ma se le proposte saranno dannose o contro i nostri valori, faremo un'opposizione propositiva, utile, corretta e serena ma anche determinata.

 

Peraltro a oggi il nostro giudizio NON è positivo.

 

Il Centro Destra ha vinto le elezioni a Omegna, per colpe nostre e per trend nazionali, e gode oggi di TRE PRIVILEGI:

  • la classica “luna di miele” di chiunque venga eletto sostituendo qualcun altro;

  • la “pancia piena” di molti importanti interventi e iniziative cittadine costruiti dalla nostra Giunta, alcuni che semplicemente noi non abbiamo saputo concretizzare in tempo (il 95% dei loro annunci è frutto del lavoro della Giunta precedente):

    • nuovi parcheggi alla stazione e ipotesi all’ex Cinema Splendor;

    • rifacimento piazza Beltrami (anche nella piccola variazione ora da loro proposta)

    • variante Campeggio Bagnella;

    • project financing ex Canottieri;

    • piano di integrale rifacimento illuminazione pubblica;

    • progettazione rotonda Corso Garibaldi/Via Comoli;

    • possibile Vertigo Line;

    • un Festival Rodari sempre più importante nato sotto l’Assessorato di Alessandro Buzio;

    • “nuove sigle cittadine” legate a eventi attuati da private associazioni, come UTLO, ABLO. AKB, che portano risultati tutto merito dei privati che Vi lavorano, ma certamente nate in un clima di apertura cittadina degli ultimi 5 anni che si spera possa continuare;

  • un Bilancio riequilibrato, al netto del problema derivati che c’era 5 anni fa come ora, con macigni come Essepielle e il “profondo rosso di cassa” (e altri) risolti.

 

Nonostante questi vantaggi, che potrebbero da loro un’oggettiva serenità, questa Giunta pare invece a volte agire in preda a esigenze di visibilità e propaganda preoccupandosi di lanciare chiari messaggi “di Destra”, con atti di scarsa o nulla utilità pratica attuati a soli scopi demagogici.

 

La Città ha invece bisogno di atti e proposte prima di tutto utili e rispondenti a valori istituzionali capaci di conciliare gli estremi e non di accentuarli e sottolinearli.

 

Pensiamo ad esempio a tutta la demagogia messa in campo:

  • contro i Rom e senza nemmeno essere in grado di ottenere i risultati da loro sperati;

  • contro i presunti bivacchi sotto il Municipio, provvedimento che ha fatto sorridere molti Omegnesi;

  • l’atteggiamento muscolare col Prefetto per il Centro di Crusinallo, che si sarebbe potuto normalizzare nei numeri anche con un’azione meno propagandistica e più modulare avendo il contratto in scadenza;

  • alla cancellazione dei murales sulla resistenza motivandoli con ragioni di decoro,

  • ai bastoni fra le ruote messi alla comunità mussulmani per la loro festività motivandoli con ragioni di sicurezza.

 

Ma pensiamo anche ad alcuni interventi sui social tendenti a censurare persino l’ironia che li potesse toccare o alla definizione di “conclavi di cui tutta la cittadinanza dovrebbe essere grata” riferita a riunioni programmatiche, dovere di un amministratore (e peraltro con risultati non particolarmente significativi).

 

Occupati in queste cose si sono peraltro avventurati in poco prudenti azioni come quella legata al cambio di idea sul Commissariato, che rischiamo quindi come Città di Omegna di perdere quando si era già pronti a chiuderla dopo un lungo lavoro o come l’iniziativa privata Cuore in Comune, sponsorizzata dall’Amministrazione con la sottoscrizione di un testo di caldeggio che a nostro giudizio non evidenzia tutte le informazioni opportune.

 

Altri temi fondamentali poi li troviamo sostanzialmente abbandonati da questa Amministrazione come ad esempio:

 

  • la Sanità, dove dopo il simbolico Primo Consiglio Comunale davanti all’Ospedale sembra che agiscano solo “di sponda” a ciò che succede e dove invece, visto che siamo tutti d’accordo, andrebbe proposta un’azione Comune che abbia il Consiglio Comunale come suo primo protagonista;

 

  • lo Sviluppo Turistico, dove dopo l’annuncio dell’obiettivi di 6-7 strutture turistiche in 10 anni sempre del Primo Consiglio Comunale, ancora non si hanno notizie del Gruppo di lavoro annunciato e del Super Esperto a supporto, ma dove ci piacerebbe anche che ci si facesse qualche domanda tutti su che tipo di Turismo possiamo/vogliamo avere: Campeggi? Ostelli? Diffuso? Albergo tradizionale? Case sugli Alberi come proponeva Strino un mese fa?

 

Personalmente propendo per qualcosa che incroci le nostre bellezze naturali con la nostra creatività e dunque sono molto attratto da possibilità innovative nelle quali però, se ci si crede, si deve agire per concretizzarle e non solo buttarle lì.

 

Inoltre, sempre personalmente, devo dire che apprezzo invece l’attenzione del Vice Sindaco Strada per alcuni interventi molto vicini ai Cittadini, rammentandomi anche di come egli apprezzava pubblicamente analoga sensibilità del suo predecessore nel ruolo di Vice Sindaco (Maurizio Frisone) e come, da uomo di sport, trovo sia utile e forse vera unica novità di questa Giunta per ora, l’iniziativa Omegna Città Europea dello Sport: fa “squadra di Città”, attira l’attenzione sullo SPORT e va proseguita cercando tutti insieme di migliorare le strutture sportive di cui comunque, storicamente, siamo carenti, ben al di sotto della "voglia di sport" di questa Città.  (PS: anche la Palestra nuova del Liceo, che aiuta e da ossigeno allo Sport Cittadino, è un risultato del precedente quinquennio, completando un incompiuto di precedenti amministrazioni).

 

Mario Cavigioli

(Segretario Partito Democratico Circolo di Omegna e del Cusio)

 

 

 

Please reload

Perchè vogliamo essere un forza politica aperta all'intera società civile, fatta da tante anime diverse unite da valori comuni, che si confrontano democraticamente e che sono capaci di darsi un efficace punto di sintesi per il Bene Comune dei Cittadini.

Social Network
Link 
Perchè Plurale ?
Partito Democratico sito provinciale
Facebook
Twitter
Partito Democratico sito nazionale