© 2015 by Partito Democratico Circolo di Omegna Cusio. Proudly created with Wix.com

GIUGNO 2018: un anno di Marchioni, molta retorica, poca sostanza.

July 2, 2018

Molta retorica, poca sostanza

Giugno 2018: a distanza di un anno dall’insediamento dell’Amministrazione di Centro Destra a Omegna, in un volantino che verrà distribuito alla Cittadinanza, un piccolo bilancio e alcune considerazioni da parte del Partito Democratico che siede all’opposizione.

 “un anno di Marchioni”

molta retorica/poca sostanza/niente di nuovo

Connotata da una costante comunicazione demagogica, anche social personale del Sindaco, che spesso rilancia cose già dette o sventola “faremo che poi non si fanno”, la Giunta Marchioni in questo primo anno di vita ha quasi esclusivamente portato avanti progetti della precedente amministrazione (Piazza Beltrami - nuova Canottieri – nuovo Commissariato per non perderlo) e per di più con tempi di esecuzione che non brillano certo per celerità.

 

Alcune loro “idee originali e differenti”, inoltre hanno mostrato il fianco a critiche e perplessità:

 

  • “progetto “cuore in comune”: un’operazione incauta di sostegno da parte del Sindaco di un’iniziativa dove non sono ancora stati chiariti, nonostante le richieste, ai Cittadini ed alle imprese che hanno sponsorizzato i 5 defibrillatori in corso di installazione in Città, quanti soldi siano andati all’utile di impresa dell’azienda privata proponente e quanti invece effettivamente siano stati usati per il bene comune della Città;

  •  

  • Omegna città dello sport”: al di là della fin troppo facile “medaglia acquisita” di “Città dello Sport” (e le cose troppo facili di solito hanno poco valore) non si vedono o comprendono ancora possibili risultati concreti e benefici effettivi per lo sport cittadino;

  •  

  • nuovo commissariato e rifacimento piazza Beltrami: su questi due temi, dopo i tentativi demagogici di “differenziarsi” dalla precedente Amministrazione”, hanno dovuto ammettere che le strade scelte erano quelle corrette e adeguarsi alla realtà; ed ora per il Giro d’Italia Femminile hanno anche asfaltato un po’ di pavé in Via Garibaldi, per ragioni di sicurezza stradale, argomento agitato come “delitto e idiozia” contro la precedente amministrazione in campagna elettorale (al grido di “mandiamoli a casa”). Anche in questo caso hanno dovuto abbandonare la demagogia e adeguarsi alla realtà.

  •  

  • gruppo di lavoro sul turismo: è passato un anno e l’hanno appena e solamente costituito: se oggi ci sono ipotesi di lavoro in corso per una possibile Zip Line e un Campeggio a Bagnella è merito della precedente amministrazione che ha attivato contatti e predisposto le idonee varianti di piano regolatore;

  •  

  • un Natale FLOP: il Natale Omegnese 2017 è stato decisamente sottotono segnando un’inversione di tendenza rispetto agli ultimi anni dove la nostra Città si era guadagnato una reputazione positiva; il tutto per loro inadeguatezza e per l’orgoglio di dimostrare una demagogica diversità. Hanno cercato poi di “tappare la falla” ostentando come regalie natalizie interventi di sostegno ad associazioni e a Progetti del CISS almeno pari se non inferiori a quelli già praticati in anni precedenti;

  •  

  • centralina IM.CO: al grido di “è finita la pacchia per i proprietari della Centralina” l’arringa del Sindaco si è concretizzata in un sostanziale nulla di fatto confermando che il difetto di questa operazione sta negli accordi conclusi dalla precedente Giunta di Centro Destra (Quaretta) non sufficientemente cautelativi per il nostro Comune e ai quali purtroppo ci si deve attenere;

  •  

  • palio remiero scippato a Pallanza: l’apoteosi dell’uso partitico di denari pubblici e dell’improvvisazione per la quale si scippa una manifestazione ad una Città vicina (Verbania) mettendo sul piatto la stessa somma che si mette per la nostra più antica tradizione (S. Vito) per mettere in difficoltà il Sindaco dell’altra Città appartenente a un partito diverso dal proprio. Con tantissimi dubbi sulle elevate possibilità di “rigetto” di questo trapianto che rischia anche di essere un costoso FLOP.

 

In compenso se la sono presa, o hanno cercato di farlo, populisticamente coi più deboli e con alcuni simboli (ospiti del Centro Immigrati - Murales della Resistenza - Parcheggiatori – intitolazione del Premio Omegna - ROM) senza cambiare con queste cose in nessun modo in positivo la qualità della vita dei Cittadini di Omegna, ma soffiando sul fuoco dell’intolleranza, dell’odio e dell’inciviltà)

 

Ma vogliano sottolineare anche qualche positività:

 

Progetto Ponte Antico: progetto sicuramente positivo anche se crediamo che il merito sia del Parroco e della sua capacità di farsi ascoltare, anche da chi deve finanziare queste operazioni;

 

Sanità: dopo aver cavalcato populisticamente “finti funerali” e veri Consigli Comunali di fronte all’Ospedale e recitato la parte dell’”Offeso di Baveno” da parte del Sindaco sulla vicenda delle nomine nella Rappresentanza dei Sindaci, hanno dovuto nella sostanza ammettere che il progetto dell’Ospedale Nuovo e della Medicina Territoriale sono l’unica proposta attuabile e corretta per una futuro di qualità della Sanità sul nostro Territorio (come da Ordine del Giorno in tal senso in Consiglio Comunale votato anche dal Centro Destra).

 

 

 

Please reload

Perchè vogliamo essere un forza politica aperta all'intera società civile, fatta da tante anime diverse unite da valori comuni, che si confrontano democraticamente e che sono capaci di darsi un efficace punto di sintesi per il Bene Comune dei Cittadini.

Social Network
Link 
Perchè Plurale ?
Partito Democratico sito provinciale
Facebook
Twitter
Partito Democratico sito nazionale